Torna indietro

Chimico

I processi di precipitazione chimica sono stati i primi veri e propri trattamenti "spinti" delle acque.

Attualmente sono di grande utilizzo perché sempre più diffuso è il mescolamento delle acque reflue urbane e quelle industriali. Tuttavia, le attività produttive, viste le imposizioni del legislatore in materia per la tutela delle acque, sono costrette a prevedere un impianto che tratti le proprie acque di scarico e di processo.

Con questo tipo di trattamento la depurazione può essere spinta fino alla precipitazione dei composti del fosforo; inoltre il processo chimico è facilmente associabile con trattamenti fisici ( a carboni attivi) con i quali l'abbattimento delle residue sostanze organiche è migliore di quello ottenibile con i soli trattamenti biologici.

Questo tipo di processo presenta innumerevoli vantaggi tra cui:

•       facile gestione

•       attivazione del processo in  tempi molto ridotti

Queste caratteristiche rendono gli impianti che sfruttano questo tipo di processo molto più competitivi con la possibilità di abbattere il quantitativo di fosforo, azoto, metalli pesanti, composti inorganici. Inoltre,  non risultano essere sensibili a variazioni brusche di carico inquinante e agli effetti di scarichi industriali tossici. 









Sito Web realizzato da: Maior ADV - Agenzia di Comunicazione