L'ultrafiltrazione è un processo a membrana a bassa pressione impiegato nella separazione di solidi insolubili, molecole organiche emulsionate, colloidi, batteri, virus, alghe, muffe, funghi e spore che si trovano nelle acque o nei fluidi da processare.

Le membrane di ultrafiltrazione dispongono di un’ elevata superficie filtrante e garantiscono elevata qualità del permeato a vantaggio dell'efficienza funzionale ed economica. Esse sono costituite da un materiale idrofilico, il polietersulfone modificato (PES). Il PES modificato ha  una maggiore resistenza al cloro, cloroammine ed acqua ossigenata, ossidanti tipicamente utilizzati durante i cicli di lavaggio delle membrane questo è a vantaggio  della durata media di vita delle membrane stesse.

Una configurazione adeguata garantisce un'ottima efficienza separativa e facilita la pulizia nella fase di lavaggio delle fibre. 

Per la rimozione completa dei virus, e' richiesta ultra filtrazione. I pori delle membrane di ultra filtrazione possono rimuovere particelle di 0.001 - 0.1 µm dai liquidi.

 

 

Esempi di campi in cui è applicata l'ultra filtrazione sono:
· l'industria lattiera (latte, formaggio)
· l'industria alimentare (proteine)
· l'industria di metallo (separazione delle emulsioni olio/acqua, trattamento di vernici)
· l'industria tessile



 









Sito Web realizzato da: Maior ADV - Agenzia di Comunicazione