Il modulo filtrante prodotto da Depura  lavora in base al principio della filtrazione a gravità. Nella versione automatica tale funzione è coadiuvata da un cuscino d’aria a bassa pressione (0,2 – 0,3 atm) che permette il raddoppio della capacità di drenaggio. Il fango, precondizionato con polimeri organici, è distribuito uniformemente nei sacchi a perdere e dopo poche ore di funzionamento può raggiungere un grado di disidratazione pari al 20-30%. Ad esempio una macchina a 6 sacchi filtranti può trattare ad ogni ciclo circa 3500 – 4000 litri di fango al 2% di secco portandoli, dopo alcune ore di drenaggio, al 20% di secco con una riduzione di volume di circa 10 volte. I sacchi, chiusi con uno speciale attrezzo torcifilo, in optional, vengono rimossi e depositati in un’opportuna area per l’ulteriore riduzione di volume per evaporazione. Il particolare tipo di materiale di cui sono costituiti i sacchi permette il passaggio di acqua solo dall’interno verso l’esterno consentendo il raggiungimento di percentuali di secco superiori al 90% con una riduzione di circa 40-50 volte rispetto al volume iniziale.

 

 

 

La riduzione di volume ottenuto permette un notevole risparmio degli oneri dovuti allo smaltimento consentendo, visto i bassi costi iniziali di acquisto e i trascurabili costi di gestione, un tempo di ammortamento molto breve. I moduli a sacchi drenanti prodotti permettono la disidratazione , in discontinuo , dei fanghi provenienti da processi di depurazione delle acque.









Sito Web realizzato da: Maior ADV - Agenzia di Comunicazione